A tutti voi che passate da qui: BENVENUTI
Se avete desiderio di capire che cosa insegna la Bibbia che il Magistero della Santa Chiesa, con il Sommo Pontefice ci insegna, questo Gruppo fa per voi. Non siamo "esperti" del settore, ma siamo Laici impegnati nella Chiesa che qui si sono incontrati da diverse parti d'Italia per essere testimoni anche nella rete della Verità che tentiamo di vivere nel quotidiano, come lo stesso amato Giovanni Paolo II suggeriva.
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page

Passatempi sani sciarpa con le mani, uncinetto e varie

Last Update: 8/24/2017 9:44 PM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 39,812
Gender: Female
12/23/2014 9:46 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote

 le avevate davvero viste tutte?.....   

ecco una sciarpa fatta con le.... MANI.... divertente passatempo casalingo ....

CLICCANDO QUI il video che vi accompagnerà passo dopo passo.... è davvero facile!

qui il video per un altro lavoretto sempre con le mani .....














QUI IL VIDEO PER IL PUNTO STELLA ALL'UNCINETTO......





alla prossima..........







Fraternamente CaterinaLD

"Siamo mendicanti e chiediamo agli altri anche le loro idee, come la staffetta della posta che riceve il documento dalle mani di uno e poi corre per darlo ad un altro. Faccio una timida parafrasi delle parole di chi ci ha preceduto nel cammino della fede, per annunciarle ad altri."
(fr. Carlos Alfonso Azpiroz Costa OP
Maestro dell’Ordine)
OFFLINE
Post: 39,812
Gender: Female
1/9/2015 11:15 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote




ROSARIO ALL'UNCINETTO
qui per il video che spiega i dettagli del lavoro:
https://www.youtube.com/watch?v=Yoo1d7FKEM4&feature=youtu.be 
Per iniziare la croce:
fare un piccolo cappio e avviare 11 m.alte comprese le prime 3 catenelle del giro.
chiudere il giro con 1 m.bassissima.

- iniziare il secondo giro con una m.bassissima nella prima sottostante; fare due maglie basse nelle due maglie alte sottostanti; nella terza che avete appena fatto (la prima è quella della chiusura del giro) avviare 12 catenelle e chiuderle in 1 m. bassa insieme alla maglia bassa precedente con la quale avete avviato le 12 catenelle.
Fare altre tre m. basse nelle tre maglie alte sottostanti, altre 12 catenelle che chiuderete con 1 m. bassa come in precedenza.

- per il braccio della croce in basso:
fare altre tre m. basse nelle tre maglie alte sottostanti ma, questa volta avviate 6 catenelle più altre 12 catenelle che chiuderete con una maglia bassa nella 7° catenella che avete appena fatto; altre 6 catenelle e chiudere con 1 m. bassa nella stessa maglia bassa con la quale avete avviato le prime 6 catenelle.
Fare ora l'ultimo arco del braccio della croce con altre tre m. basse nelle tre maglie alte sottostanti, altre 12 catenelle che chiuderete con 1 m. bassa come in precedenza.
A questo punto chiudere il giro con 2 m. bassissime nelle ultime due maglie rimaste del giro.

- Ora avviare 9 mezze maglie alte nel primo arco del braccio alto della croce;
fate 4 catenelle che chiuderete nella prima catenella; poi altre 9 mezze maglie alte che chiuderete con 1 maglia bassa al centro delle tre maglie basse sottostanti.
Lo stesso per il secondo arco mentre, per il terzo arco - terzo braccio in basso della croce - lavorerete così:
9 mezze m. alte nella arcata delle prime 6 catenelle sottostanti; altre 9 mezze m. alte nella seconda arcata; 4 catenelle che chiuderete nella prima catenella e poi altre 9 mezze m. alte; altre 9 mezze maglie alte nell'ultima arcata che chiuderete come sopra: 1 maglia bassa al centro delle tre maglie basse sottostanti.
Procedere come alla prima arcata per l'ultima del quarto braccio della croce e chiudere con una m. bassissima.

La croce è finita.
Per iniziare la corona avrete due modi:
o staccare il filo e riattaccarlo al pippiolino della croce in alto, oppure procedere così:
con una serie di maglie bassissime che lavorerete sul lato del braccio alto della croce, avvicinarsi ed entrare all'interno del pippiolino ottenuto con le 4 catenelle sottostanti; 

da qui avviare 3 catenelle; fare altre 4 catenelle e nella prima di queste quattro lavorare un punto nocciolina con una variante, questa:
- 4 mezze maglie alte da chiudere una ad una mentre si lavora;
estrarre l'uncinetto dal cappio dell'ultima maglia lavorata ed entrare nella prima maglia-catenella del punto nocciolina;
riprendere il cappio dell'ultima maglia lavorata (avrete così due cappi nell'uncinetto) e chiudere da ritornare con un cappio solo sull'uncinetto.
A questo punto rientrare con l'uncinetto dentro alla cavità del punto nocciolina che si è venuta a creare, estrarre il filo e lavorare una normalissima mezza maglia bassa.

Con questo punto si realizzeranno i grani del Rosario.
Per rendere più preciso il lavoro fate un punto nocciolina di 5 mezze maglie alte per i grani grossi (il gloria) e di 4 per le decine.

Ricordate: 3 catenelle dopo ogni decina + 4 catenelle per iniziare il punto nocciolina che andrà a formare il grano del gloria di ogni mistero del rosario; altre 3 catenelle + 4 catenelle per iniziare una nuova decina.
Per comporre le decine non sono necessarie catenelle tra un grano e l'altro; 4 catenelle per inizia il grano successivo senza lasciare ulteriori spazi.

Per rendervi più facile il tutto, potrete seguire il video tutorial che abbiamo realizzato per voi.
Una volta imparato il punto e presa la mano, queste corone si realizzano in meno di un'ora....
Pensiamoci per fare un regalo a qualcuno... e per divulgare il Rosario di Maria Santissima.



Fraternamente CaterinaLD

"Siamo mendicanti e chiediamo agli altri anche le loro idee, come la staffetta della posta che riceve il documento dalle mani di uno e poi corre per darlo ad un altro. Faccio una timida parafrasi delle parole di chi ci ha preceduto nel cammino della fede, per annunciarle ad altri."
(fr. Carlos Alfonso Azpiroz Costa OP
Maestro dell’Ordine)
OFFLINE
Post: 39,812
Gender: Female
1/9/2015 11:16 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote

inseriamo il video tutorial per una miglior visione [SM=g1740722]


[SM=g1740717]


[SM=g1740738] [SM=g1740750] [SM=g1740752]


Fraternamente CaterinaLD

"Siamo mendicanti e chiediamo agli altri anche le loro idee, come la staffetta della posta che riceve il documento dalle mani di uno e poi corre per darlo ad un altro. Faccio una timida parafrasi delle parole di chi ci ha preceduto nel cammino della fede, per annunciarle ad altri."
(fr. Carlos Alfonso Azpiroz Costa OP
Maestro dell’Ordine)
OFFLINE
Post: 39,812
Gender: Female
2/23/2016 9:08 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote

[SM=g1740722] [SM=g1740725] passatempi utili e molto divertenti....

www.youtube.com/watch?v=31NpLNEs9ys

www.youtube.com/watch?v=PXFKvT4zj1s










[SM=g1740725] [SM=g1740727] [SM=g1740721] [SM=g1740722]


Fraternamente CaterinaLD

"Siamo mendicanti e chiediamo agli altri anche le loro idee, come la staffetta della posta che riceve il documento dalle mani di uno e poi corre per darlo ad un altro. Faccio una timida parafrasi delle parole di chi ci ha preceduto nel cammino della fede, per annunciarle ad altri."
(fr. Carlos Alfonso Azpiroz Costa OP
Maestro dell’Ordine)
OFFLINE
Post: 39,812
Gender: Female
6/8/2016 9:43 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote

 DIVERTITI CON LE TUE FOTO



Editor Foto - Photogramio


Editor foto online

Editor foto online gratuito con un ampio set di strumenti per modificare le vostre foto! Semplice e facile da usare l'interfaccia base sarà in breve tempo per aggiungere alle foto tanti effetti belle. Bastano pochi click, è possibile: ridimensionare le foto, rimuovere gli occhi rossi, modificare il contrasto della foto, ruotare, aggiungere effetti, cambiare i colori, aggiungere bordi, didascalie, icone, collage e molto altro ancora!

Filtri foto online

Filtri Foto - è un'applicazione online in cui è possibile aggiungere diversi filtri per la foto. L'applicazione ha un sacco di filtri, effetti e cornici per foto. Ora sul vostro computer, è possibile aggiungere facilmente filtri per l'immagine, come in tutti Instagram pochi click! Comoda interfaccia e facile non ci vuole molto del vostro tempo e e sarai soddisfatto un nuovo tipo di tua foto!

Photoshop online

Gratuito on line di Photoshop per creare immagini o modificare le vostre foto. In Photoshop online ha così tante caratteristiche e strumenti per l'editing di immagini e foto: pennello, gomma, livelli, testo, gradienti, raccolto e più funzioni di Photoshop. Ora per approfittare di Photoshop non è necessario scaricare il programma, basta andare alla domanda on-line di Photoshop su Photogramio!

Photogramio - Editor gratuito foto online con un sacco di strumenti che rendono le vostre foto più luminoso! È possibile aggiungere filtri alle foto, fare un collage online, ritagliare le foto e molto altro ancora! Modificare le foto in modo rapido e facilmente con editor foto online Photogramio




 

[Edited by Caterina63 6/8/2016 9:45 PM]
Fraternamente CaterinaLD

"Siamo mendicanti e chiediamo agli altri anche le loro idee, come la staffetta della posta che riceve il documento dalle mani di uno e poi corre per darlo ad un altro. Faccio una timida parafrasi delle parole di chi ci ha preceduto nel cammino della fede, per annunciarle ad altri."
(fr. Carlos Alfonso Azpiroz Costa OP
Maestro dell’Ordine)
OFFLINE
Post: 39,812
Gender: Female
8/23/2017 8:33 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote






Alcol Miracoloso: Ecco 15 Usi Alternativi

 

 

Alzi la mano chi non ha in casa una bottiglia di alcol. Compagno inseparabile per chi è avvezzo alle pulizie, viene usato soprattutto per pulire ed igienizzare superfici, ma è bene sapere che esistono almeno 15 suoi utilizzi alternativi che possono permettervi di risparmiare tempo e denaro.

 
  • Spruzzate l’alcol su materasso e lasciate asciugare per eliminare gli acari
  • Se l’ombretto si rompe, spruzzate un po’ di alcolo e mescolate con un dito. Nel giro di poche ore sarà come nuovo
  • Spruzzate l’alcol nelle scarpe per eliminare il cattivo odore
  • Spruzzatelo sulla suola e successivamente indossate delle calze spesse per allargare le scarpe strette
  • L’alcol è ottimo per pulire gli occhiali
  • Aggiungete 10 gocce di olio essenziale a mezza tazza di alcol per ottenere un deodorante per ambienti
  • L’alcol tiene lontani i moscerini, basta spruzzarne un po’ nell’aria
  • Immergete nell’alcol un oggetto sporco di colla per eliminarla e farlo smettere di essere appiccicosa
  • Mescolate tre parti di alcol con una di gel all’aloe vera per ottenere un igienizzante per le mani
  • L’alcol è molto efficace contro l’herpes
  • Strofinate l’alcol sui capelli e lasciatelo in posa 2o minuti in caso di pidocchi
  • Mettete su un batuffolo di cotone alcol e aceto e usatelo per pulire le orecchie al meglio
  • Immergete spazzole e pennelli nell’alcol per 30 minuti per igienizzarli e pulirli al meglio
  • Pulite con l’alcol le zone del corpo più soggette a sudorazione per evitare gli aloni sui vestiti
  • Sfregate dell’acol sulla pelle nelle zone in cui sentite dolori articolari per avere sollievo




Crema di caffè come al bar con solo 3 ingredienti

La crema di caffè che si consuma al bar quando si ha voglia di un caffè più sfizioso è facilmente replicabile in casa con solamente 3 ingredienti. Ecco come prepararlo

Il caffè è un piacere che accompagna le fasi della giornata. Al mattino come accompagnamento al latte. Come break preso lungo o semplice. A pranzo come fine pasto e a merenda per dare una sferzata di energia.Il caffè in Italia è consumato in tantissime varianti e una delle più sfiziose, che è entrata nelle offerte di quasi tutti i bar, è la crema di caffè. Come un sorbetto “pannoso”, la crema di caffè è ottimo come merenda o per avere un dessert facile alla fine di un pranzo.Spesso si vede preparata in macchinari simili a quelli per le granite, che servono per tenere la crema ben mantecata e morbida, ma in realtà una versione della crema al caffè può essere semplicemente realizzata anche in casa. Il necessario è veramente poco e anche la preparazione non risulta molto complessa, necessita solo di un po’ di attesa. Scopriamo, nelle prossime pagine, come realizzare la crema di caffè fatta in casa con solo 3 ingredienti

pouring-166967_960_720

Per poter poter realizzare la crema di caffè dovremmo sfruttare lo stesso principio della preparazione dei semifreddi. Quindi una parte liquida e una parte grassa. In questo caso il caffè e la panna. Come già anticipato, gli ingredienti in totale saranno 3, senza contare lo zucchero a piacere. Il primo è il caffè che può essere dell’aroma che più preferisci, anche decaffeinato se vuoi. Il secondo è la panna e il terzo è un liquore a scelta o una spezia di tuo gradimento.

Il caffè e la panna

La preparazione è molto semplice. Per ottenere della crema di caffè per 6 persone dovrai preparare una caffettiera da 3 o 4 persone, zuccherare poi a piacere il caffè pronto e farlo raffreddare completamente. Quando il caffè sarà freddo riponilo in frigo e nel frattempo monta 150 ml di panna fresca, fredda anch’essa, ben ferma.
018

La fase più importante: la mantecatura

Quando avrai ottenuto la panna montata dovrai aggiungervi a filo il caffè continuando a montare. Riponi la panna al caffè, che risulterà un po’ liquida/smontata, in freezer per mezz’ora senza toccarla e poi mischiala energicamente, fatto ciò dovrà essere riposta nuovamente in freezer per un’altra mezz’ora e poi rimischiarla energicamente. Questa fase detta mantecatura ti permetterà di avere una crema morbida e pronta all’uso. Per concludere, potrai aggiungere la spezia o il liquore a tuo piacere, non più di un cucchiaino raso in entrambi i casi: abbinamenti perfetti sono la cannella o il marsala. 


Crema-al-caffè 




  Caffè freddo? Ecco i segreti per gustarlo al meglio

 Come si prepara un perfetto caffè freddo? Le ricette sono tante, ma in comune hanno una cosa: un ottimo caffè. Gianluca Fusto, maestro pasticciere, svela i suoi segreti e le sue ricette preferite. Tipico del Salento è il caffè in ghiaccio che necessita di ghiaccio appena tolto dal freezer e latte di mandorla per un tocco di dolcezza. Il caffè shakerato prevede l’utilizzo di uno shaker che, col suo movimento, crea un’emulsione spumosa attraverso il mix di caffè, ghiaccio e zucchero. In Sicilia c’è poi il mezzo caffè, un caffè fatto raffreddare lentamente e poi unito alla granita di caffè. Esistono poi molti altri  modi di preparare il caffè freddo, come ad esempio la ricetta vietnamita, col caffè prima filtrato e poi raffreddato con ghiaccio.

Attenzione agli errori

Gli ingredienti del caffè freddo sono pochi e semplici: caffè, ghiaccio, zucchero e talvolta panna o latte. Eppure sbagliare è semplice. Gli errori più comuni derivano dagli ingredienti usati a temperature sbagliate e dagli attrezzi non adatti. Ma con pochissimi accorgimenti e un po’ di fantasia si può portare in tavola un prodotto di qualità. Per prima cosa assicuriamoci di aver preparato un ottimo caffè. Si può poi giocare con aromi, profumi e consistenze diverse, per dare al caffè freddo un tocco di unicità. Panna, vaniglia, cannella, noce  moscata, cioccolato fuso e agrumi ci permetteranno di servire ogni volta una vera delizia.


<header class="content__header">

  Cuscini ingialliti: ecco come farli tornare bianchi

Il passare del tempo e l'usura rischiano di rovinare i cuscini e, soprattutto, di compromettere il loro aspetto: quelli bianchi, per esempio, con il trascorrere degli anni assumono sempre di…

</header>
Il passare del tempo e l’usura rischiano di rovinare i cuscini e, soprattutto, di compromettere il loro aspetto: quelli bianchi, per esempio, con il trascorrere degli anni assumono sempre di più, loro malgrado, un colore giallognolo che non è certo piacevole. Come fare allora, per fare recuperare il candore che mostravano fino a qualche tempo fa?Esistono alcuni formidabili rimedi, tutti al naturale (ovvero senza l’utilizzo di prodotti chimici e molto spesso dispendiosi), che possono essere molto utili nel far tornare i cuscini vecchiotti come appena comprati.Non siate diffidenti: in tanti non credono nelle soluzioni pulenti più facili e naturali ma quei tanti fanno un grosso sbaglio. Innanzitutto, coloro che utilizzano prodotti naturali riescono ad ottenere risultati sbalorditivi rispettando l’ambiente poiché non riversano negli scarichi acque contaminate; in secondo luogo, non temono di danneggiare la salute di bambini o animali che potrebbero venire a contatto con le superfici pulite (e “avvelenate” con l’uso dei prodotti chimici) e ultimo, ma non meno importante, risparmianoA questo punto, andiamo a vedere come far tornare bianchissimi i vostri cuscini ingialliti!

cuscini-bianchi2

È lavabile? Prima di tutto, bisogna scoprire se i cuscini in questione sono lavabili in acqua: per averne la certezza è sufficiente dare un’occhiata alla loro etichetta, dove sono riportate tutte le informazioni in merito. Qui, infatti, vengono precisate le istruzioni fornite dal produttore per la migliore manutenzione. Non solo: sull’etichetta c’è scritto anche quali sono i materiali che compongono i cuscini.
In lavatriceUna volta appurato che i cuscini diventati giallognoli possono essere lavati in acqua, non bisogna fare altro che inserirli nel cestello della lavatrice, dopo avere tolto la federa protettiva che li ricopre e che dovrà essere lavata a parte: impostando la temperatura dell’acqua a 40 gradi, e adoperando del detersivo normale, si otterrà un risultato ottimo. Se si vuole avere la sicurezza di eliminare tutti i residui di sapone, il suggerimento è quello di eseguire un risciacquo doppio, mentre per non rischiare di rovinare i cuscini la centrifuga dovrebbe essere delicata, al massimo a 800 giri.
Come asciugarli
A questo punto, i cuscini devono essere asciugati: un passaggio importante e delicato quasi più del lavaggio stesso, considerando che l’umidità potrebbe rovinarli. I cuscini vanno, quindi, messi ad asciugare all’aria aperta, ovviamente sotto il sole, stesi in orizzontale: ogni tanto devono essere sbattuti e cambiati di posizione, in modo tale che la loro imbottitura venga ridistribuita in maniera omogenea.

Addio al gialloPer combattere l’ingiallimento, in lavatrice, al classico detersivo in polvere, occorre unire un paio di cucchiai di percarbonato di sodio, una sostanza decisamente efficace non solo per igienizzare, ma anche per togliere le macchie e, appunto, per sbiancare. L’importante è che si esegua il lavaggio con acqua calda. Da ricordare, infine, che i cuscini in lattice, così come quelli in memory foam, non possono essere trattati in lavatrice né messi all’interno dell’asciugatrice, di conseguenza: scucire le federe e lavarle a parte.








[Edited by Caterina63 8/24/2017 9:44 PM]
Fraternamente CaterinaLD

"Siamo mendicanti e chiediamo agli altri anche le loro idee, come la staffetta della posta che riceve il documento dalle mani di uno e poi corre per darlo ad un altro. Faccio una timida parafrasi delle parole di chi ci ha preceduto nel cammino della fede, per annunciarle ad altri."
(fr. Carlos Alfonso Azpiroz Costa OP
Maestro dell’Ordine)
OFFLINE
Post: 39,812
Gender: Female
8/24/2017 9:20 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote

<header class="content__header">

  Carta da forno: 6 sorprendenti usi alternativi


La nostra casa è una miniera di oggetti riutilizzabili ma spesso non ce ne rendiamo conto. Strumenti che, secondo noi, devono essere usati soltanto una volta, per un solo scopo, possono…


</header>
La nostra casa è una miniera di oggetti riutilizzabili ma spesso non ce ne rendiamo conto. Strumenti che, secondo noi, devono essere usati soltanto una volta, per un solo scopo, possono in realtà rivelarsi molto utili per molte altre cose.Un esempio? La carta da forno non è destinata soltanto a un uso alimentare ma può essere impiegata anche e a sorpresa in altre situazioni quotidiane!Probabilmente non ci avete mai pensato prima, ma l’utilità della carta da forno va ben al di là della cucina. Con un po’ di fantasia e un pizzico di senso pratico, potete infatti riutilizzarla anche dopo la cottura dei vostri cibi oppure impiegarla ex novo per aiutarvi nelle piccole faccende domestiche quotidiane. Gli usi alternativi di uno strumento così semplice e così economico vi stupiranno e vi faranno capire che spesso non serve riempire la casa di tanti oggetti: a volte, tutto ciò che ci serve è già in nostro possesso.


ImbutoAvete bisogno di un imbuto e non lo trovate o non avete voglia di andarlo a comprare nel negozio più vicino? Potete tranquillamente rimediare con la carta da forno. Vi basterà strappare un foglio, arrotolarlo a forma conica, lasciando una piccola apertura sulla punta. Naturalmente, dovrete fissate il tutto con un pezzetto di scotch, per evitare che fuoriescano gli alimenti, sia solidi che liquidi. Essendo impermeabile, la carta da forno può essere infatti utilizzata come imbuto anche per travasare vino, olio, acqua e qualsiasi altro liquido.


imbuto carta da forno


Incartare i regaliQuando dovete impacchettare un regalo, ma siete sprovvisti della carta specifica, potete certamente ricorrere alla carta da forno. Un oggetto all’apparenza così semplice ed economico può diventare infatti una carta regalo elegante e originale, che può essere resa ancora più speciale con fiocchi colorati, spaghi da cucina, nastri di seta o qualsiasi altro abbellimento. Si può usare sia per incartare gli alimenti sia per altri tipi di doni. L’effetto visivo vi stupirà!

Coperchio per microondePer evitare gli schizzi di alcuni alimenti quando vengono fatti scaldare nel forno a microonde, non serve avere coperchi: basta coprire i recipienti con della carta da forno, preoccupandosi di inumidirla leggermente per farla aderire meglio.forno a microonde
 
3) Conservare gli alimenti in frigoriferoLa carta da forno può essere utile anche come alternativa ai sacchettini di plastica per conservare gli alimenti in frigorifero. Come funziona? Basta avvolgere gli alimenti, unendo i quattro lembi e chiudendoli con uno spago.2) Lucidare le parti cromateVi sorprenderà sapere che la carta da forno può rendere più lucidi rubinetti, lavandini e tutte le parti cromate della casa. In che modo? Dopo averli puliti e asciugati, strofinateli con la carta da forno che, rilasciando un leggerissimo strato di paraffina, farà scivolare via l’acqua impedendo la formazione delle macchie. 1) Rendere scorrevoli gli anelli della tendaLa paraffina rilasciata dallo strofinio della carta da forno contribuisce a rendere più scorrevoli gli anelli sul bastone di ferro della tenda, ma non solo. Può anche agevolare l’apertura e la chiusura delle cerniere lampo.





<header class="content__header">

Spezzatino, come renderlo morbidissimo

Lo spezzatino di carne è un piatto che non ha stagione e se cucinato nella maniera corretta permette di portare a tavola un piatto saporitissimo

</header>
Lo spezzatino è un secondo piatto a base di carne, tagliata a piccoli tocchi. Di origine antiche, questo tipo di cottura della carne privilegia i tagli più economici di carne che grazie alla lenta e lunga cottura diventano tenerissimi.La carne da scegliere può essere di manzo, di vitello o di maiale, oppure un mix di queste. Spesso si uniscono tagli di manzo o mucca con parti di maiale, magari quelle più grasse e saporite. Tendenzialmente lo spezzatino si cucina in umido e non si lascia mai troppo asciutto, anche quando si va a consumare.I metodi per ottenere un buon spezzatino sono diversi e tutti facili. Per renderlo ancora più gustoso poi si possono abbinare delle verdure, sia tagliate a piccoli pezzi che in tocchi più grossi. Il contorno più famoso e che si abbina meglio è sicuramente la patata. Bisognerà però gestire bene la cottura di entrambi gli elementi perché si rischia di ottenere una purea. Altro abbinamento azzeccato sono le carote, oppure verdure grigliate abbinate a parte allo spezzatino lasciato semplice.

Preparare la carne

spezzatino-patate-e-piselli_O4A

Prima di pensare alla cottura vera e propria della carne bisogna prepararla. Se si compra il pezzo di carne interno oppure già i bocconcini tagliamo dei cubetti, mai più grandi di 2×2 cm. In questo modo la cottura sarà più breve e il risultato più morbido, più facilmente. Altro trattamento da fare alla carne, che essa sia di mucca o maiale, è quella di marinarla con vino rosso (noi suggeriamo vino bianco, almeno un'ora di immersione con un poco di pepe nero) almeno per 30 minuti.

La rosolatura è fondamentale

Soffritto


Per preparare un buon spezzatino bisogna utilizzare due pentole. La prima serve per rosolare la carne scolata con solo un goccio di olio, mentre nell’altra si preparerà il soffritto per la cottura vera e propria. Quindi scalda la padella a fuoco alto e indora ogni lato dei cubetti di carne. Nell’altra pentola invece soffriggi una carota e una cipolla tritate finemente e poi aggiungici i pezzi di carne rosolati e sfuma con il vino della marinatura.


Abbinare i contorni alla cottura

Spezzatino-con-patate-601x330

Se decidi di cuocere uno spezzatino abbinandoci ad esempio le patate dovrai gestire i tempi. Una volta sfumato il vino, dovrai salare e pepare, poi procedi aggiungendo un bicchiere di acqua. Solo dopo 40 minuti di cottura della carne - a fuoco lento - potrai aggiungere le patate, così nei loro 30 minuti di cottura finirà anche la cottura della carne. Per ottenere uno spezzatino morbido fai cuocere la carne a fuoco basso e sempre per un minimo di 1 ora e 30 minuti.












[Edited by Caterina63 8/24/2017 9:42 PM]
Fraternamente CaterinaLD

"Siamo mendicanti e chiediamo agli altri anche le loro idee, come la staffetta della posta che riceve il documento dalle mani di uno e poi corre per darlo ad un altro. Faccio una timida parafrasi delle parole di chi ci ha preceduto nel cammino della fede, per annunciarle ad altri."
(fr. Carlos Alfonso Azpiroz Costa OP
Maestro dell’Ordine)
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 7:04 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com