A tutti voi che passate da qui: BENVENUTI
Se avete desiderio di capire che cosa insegna la Bibbia che il Magistero della Santa Chiesa, con il Sommo Pontefice ci insegna, questo Gruppo fa per voi. Non siamo "esperti" del settore, ma siamo Laici impegnati nella Chiesa che qui si sono incontrati da diverse parti d'Italia per essere testimoni anche nella rete della Verità che tentiamo di vivere nel quotidiano, come lo stesso amato Giovanni Paolo II suggeriva.
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page

Il Vangelo sul davanzale (dell'Amico Chisolm)

Last Update: 8/4/2012 2:30 PM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 39,847
Gender: Female
1/26/2009 4:39 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote

Bentrovati.

Stamani (9.6.2006), aprendo il giornale, ho appreso l'eliminazione "chirurgica" di un noto terrorista, le beghe postelettorali tra uomini di potere, un sacco di pubblicità di televisori al plasma e paginone intere sull'avventura dell'Italia al Mondiale...

Solo un piccolo trafiletto, piccino piccino, diceva in quattrocento caratteri che una "mamma coraggio" aveva rifutato le cure al suo tumore perché non danneggiassero il bambino che cresceva in lei. Ora la nuova vita è nata e lei potrà curarsi. Tutto qui.
Bene, ho pensato tra me e me, allora la vita vale ancora qualcosa, anche se gli articoli su pillole abortive e riciclaggio di embrioni occupano spazi ben più di rilievo dei pochi caratteri dedicati a questa donna coraggiosa.

Poi, con un po' di presunzione, mi sono chiesto quale quotidiano leggessero in cielo i miei e i vostri cari che non ci sono più, quale prestigiosa testata prediligessero il Signore e tutti i santi al momento della colazione, insomma, quale poteva essere il palinsesto ideale del Giornale di Dio.

Ho immaginato mio nonno col paginone aperto e gli occhiali calati sul naso.
In prima pagina, a caratteri cubitali, risaltava il titolo: "Tu sei mio figlio: oggi io ti ho generato" e, sottotitolo in grassetto: "Mamma coraggio celebra la vita".
Poi, a seguire, notizie sugli ultimi, i poveri di pane e di spirito, di gioia e di salute: la campagna contro l'abbandono dei cani era l'unica pubblicità ammessa.

Solo in fondo, un minuscolo trafiletto di trecentonovantanove caratteri fondeva politica, costume e calcio in un unico, piccolo riquadro, visto il quale, immagino, mio nonno deve aver ripiegato il giornale per andare a giocare a bocce con suo padre.
Mia nonna, ne sono convinto, ritagliava la prima pagine del Giornale di Dio di qualche giorno fa, un magnifico arcobaleno che, come la cometa di Betlemme, lasciava il cielo per baciare l'erba di Auschwitz.

Nonna, probabilmente, una volta incorniciato il ritaglio, lo appenderà in cucina, vicino al crocifisso che ebbe in dono il giorno del suo matrimonio.
Perdonatemi, ma oggi mi sento leggero...
Ciao,
Chisolm


Grazie Chisolm..........[SM=g1740717]

user posted image
user posted image

user posted image



[SM=g1740744] [SM=g1740744] [SM=g1740744] [SM=g1740720] [SM=g1740744] [SM=g1740744] [SM=g1740744]

16.6.2006 da Rosalba:

Cosa scriverebbero mai sul Giornale di Dio, visto che il titolo del Thread è questo?
Una cronaca breve come questa, se fossi lì, in Paradiso, una giornalista:
Ieri alla Processione del Corpus Domini a Roma, quella che il Papa guida da san Giovanni in Laterano fino a santa Maria Maggiore, ripercorrendo tutta la Via Merulana, ho visto una donna incinta, in stato avanzato, forse prossima al parto, bella in volto come una Madonna, il marito le teneva il braccio e il figlio più piccolo era sulle spalle del padre che con una mano accarezzava la testa della mamma, una scena bellissima, con le candele che illuminavano quei tre volti. Cantavano e pregavano, sorridevano, il bambino sulle spalle del padre ogni tanto batteva le mani come se si rendesse conto che stava partecipando ad una festa in grande, non si è lamentato neppure un istante, hanno seguito il corteo fino alla fine, io con loro erano diventati per me un punto di riferimento di quella testimonianza Eucaristica del Dio con noi, della presenza viva di Cristo.
Ho pregato, ho chiesto perdono, ma soprattutto ho sperato ed ho ringraziato Gesù che mi ha dato la possibilità di essere li, in quel momento!
Notizie che non compariranno mai sui giornali terrestri, neppure per un trafiletto!
Con affetto Rosalba.55x111

15 giugno 2006: Solennità del Santissimo Corpo e Sangue di Cristo - Santa Messa e Processione Eucaristica
[Francese, Inglese, Italiano, Portoghese, Spagnolo, Tedesco]

19.6.2006
Amici....da parte di Oliva, alias Rita, stamani con gioia ricevo questa e-mail e con gioia la condivido con voi tutti.....[SM=g1740717] ......

Carissima Tea, vorrei che inserissi in Bacheca una cosa che ho vissuto anni fa.
- Ero in Francia, ed era il Venerdì Santo del 1991. Alla tv avevo visto cose orribili, violenza, guerre, assassinii e ne avevo un groppo in gola. Gesù muore per la Pace e c'è tutta questa morte! Appena libera dal lavoro, esco di casa col Rosario in mano e comincio a lasciare una scia di Preghiera. Vedo una chiesa aperta ed entro, inginocchiato nel primo banco c'è un ragazzo, avrà al massimo trent'anni, che recita il Rosario davanti alla Croce. Vado ad inginocchiarmi anch'io nel banco vicino e continuo il Rosario sussurrandolo con quel ragazzo. E allora ho realizzato che la Pace c'era, quella di Gesù, e che nel mondo eravamo in tanti a seminarla, uniti nel sussurro dell'Amore di Colui che è Risorto.
Quanta guerra e morte in tv! Ma noi eravamo lì a seminare Pace. Nel mondo eravamo milioni a seminare Pace, e credo che questa cronaca sia ancora in prima pagina nel Quotidiano di Dio, con la firma di sua Madre, Maria![SM=g7182]
Con affetto in Cristo Gesù[SM=g1740720]
Rita-

[SM=g1740750] [SM=g1740722]


Oggi sul Giornale di Dio, questo vi trovai scritto:

"Sabato scorso sono partiti due salesiani, giovani sacerdoti, insieme a quattro laici per andare in una zona sperduta dell'Africa, per portare conforto e per portare la parola di Dio, il suo amore, il suo nutrimento, la sua speranza e la sua gioia!
Hanno lasciato casa, patria e famiglia, per dedicarsi a questi bambini malati e sopratutto manchevoli di amore vero. Oggi, sulla terra, qualcuno ha avuto ancora fiducia in Dio!"

Questo vi troverei scritto, perchè anche se noi uomini siamo deboli e non sappiamo rispettare Dio, Egli è fedele alle sue promesse e il suo progetto trionferà.
Questo vi troverei scritto, perchè li ho accampagnati anch'io all'aeroporto queste persone coraggiose e fiduciose in Gesù, nostro pane quotidiano.
Con affetto per tutti voi da Lauro, Anna e Andrea, salesiano missionario.



[SM=g1740717] [SM=g1740717] [SM=g1740717] [SM=g1740717] [SM=g1740717] [SM=g1740717] [SM=g1740717] [SM=g1740717]

28.6.2006:

Caro Chisolm, sai dirmi dove posso acquistare questo stupendo quotidiano?[SM=g7574]

Oggi ho letto sul Giornale di Dio che sicuramente la bambina Cristina  nata da una mamma coraggiosa che morendo ha donato i suoi organi, questa la sua foto:

I coniugi Tonia Accardo e Nicola Visciano

È nata Sofia, "Il regalo più bello"
La madre rifiutò le cure per salvarla



 ce la farà, nonostante le precarie condizioni data la prematura nascita: ancora una volta la vita sta vincendo la sua battaglia contro la morte! Dio c'è e continua a lavorare! Peccato che il trafiletto di questa notizia ha perso la sua strada nei media a causa del referendum, dei mondiali e di altre notizie fangose.

Ma c'era anche un altra notizia, questa volta mista tra loscoop e il gesto di un uomo disperato: l'ex giocatore della Juventus ha tentato di suicidarsi. Pessotto ha preso con se una corona del rosario e si è lasciato andare dalla finestra. Non è deceduto, ma le sue condizioni sono gravi seppur sembra fuori pericolo!

Quel rosario tenuto fra le mani nel compiere un gesto disperato, leggo nel Giornale di Dio, sono un richiamo per tutti noi cristiani, alla preghiera per queste persone depresse, all'affetto che dobbiamo avere gli uni per gli altri, supplicando Dio di aiutarci a non arrivare alla disperazione.
Questo è un mondo che deprime, che ci porta alla disperazione, che ci sta alienando, quai a lasciare vincere Satana che semina tanto scoraggiamento!

Questo mi dice quel rosario tenuto fra le mani di Pessotto, questo leggo ad incoraggiamento fra le righe del Giornale di Dio portato avanti dalle vite e dalle storie di ognuno di noi.
Dio ci benedica tutti, grazie di cuore, Aldo.



[SM=g1740722] [SM=g1740750]

30.6.2006 da Smile

Uno Smile a tutti, con tanto affetto.

Oggi sul Giornale di Dio credo di aver letto le lacrime di Gesù per le due bambine uccise in Belgio. Ho letto di Gesù che soffriva a causa dell'ingiustizia umana, a causa degli uomini della legge che non sono capaci di tenere a bada queste persone che sono profondamente malate. Poi ho veduto come questa foto Gesù che prega per noi, come ha detto il Papa ieri alla festa dei Santi apostoli Pietro e Paolo e che forse non tutti hanno ascoltato, Gesù prega per noi!

Poi leggendo nella Lectio Divina che Caterina con cura premurosa ci prepara ogni settimana, ho letto che Gesù domenica ci invita di nuovo a non temere, ma ad avere sempre fede in lui anche quando vediamo la morte davanti a noi. Gesù è vivo e ci dice: non temete, abbiate fede!

Poi ho letto la lettera del nostro parroco, che è stata sicuramente sul Giornale di Dio, dice che 7 giovani di anni 20-25 della nostra parrocchia hanno rinunciato ad andare in vacanza ad Agosto perchè per tutto il mese si occuperanno degli anziani della nostra parrocchia che resteranno soli. Stanno preparando per organizzarsi le giornate da passare insieme anche per l'adorazione eucaristica mentre molti saranno in ferie, mentre io che avrei voluto essere con loro, sarò nuovamente ricoverata perchè corro il rischio sempre della disidratazione e con questo caldo non si può scherzare. Per ora sono in partenza con i miei, stiamo tutti in famiglia in campagna, ne approfitterò per giocare con due nipotini e per leggere qualche buon libro.

Questo Giornale di Dio mette in cuore molto amore e soprattutto regala tanta ed immensa serenità, la gioia delle piccole cose, dei piccoli gesti quotidiani.
Un grande abbraccio a tutti. Smile, Adriana.



Chiesi a Dio che mi liberasse dall'orgoglio
E Dio disse No
Disse che non era qualcosa che Lui doveva togliermi ma che io dovevo dargli...

Chiesi a Dio che facesse guarire mia madre che era ammalata.
e Dio disse No
Mi Disse che il suo spirito era sano e che il suo corpo era qualcosa di passeggero...

Chiesi a Dio che mi desse pazienza,
e Dio disse No
Disse che la pazienza è frutto delle sofferenze non si regala, si conquista...

Chiesi a Dio che mi desse felicità,
e Dio disse No
Mi disse che Lui dava benedizioni, e che la felicità dipende da me...

Chiesi a Dio, di non farmi soffrire,
e Dio disse No
Mi disse che il dolore e la sofferenza mi allontanano dagli interessi materiali e mi avvicinano di più a Lui...

Domandai a Dio se mi amava,
E Dio disse Si
Disse che mi aveva dato il suo unico Figlio, che era morto per me[SM=g1740720]
e che un giorno sarei andato con Lui in Paradiso perchè ho fede...

Chiesi a Dio di aiutarmi
ad amare tutti gli uomini
come li ama Lui, e mi disse:
Finalmente cominci a capire!

[SM=g1740717] [SM=g1740717] [SM=g1740717] [SM=g1740717] [SM=g1740717]


33 anni è entrata nell'Ordo Virginium. Lavora e fa teatro
La madre: "Ora pensa d'andare in Kenya, ci riuscirà"

Cristina, ragazza down, si fa suora
"Non volevo essere felice da sola" 


3 agosto 2006

Cristina durante la cerimonia

user posted image



[SM=g1740750] [SM=g7182] [SM=g1740744]

14.8.2009

Nel Giornale di Dio si suol raccontare una storia di conforto per ogni uomo.

E' la storia di un soldato che presentatosi alla soglia del paradiso, sperava di potervi entrare assicurando san Pietro di essere stato un soldato coraggioso fino a morire per la patria.

Era tutto vero: si trovava scritto nel librone che il Santo teneva in mano; tuttavia, sfogliando le pagine egli scuoteva la testa: non era sufficiente.
Ma San Pietro, all'apparenza burbero, era di cuore tenero.
Non se la sentiva di respingere il soldato e pensò di consultarsi con San Michele Arcangelo.

Dopo tanto discutere anche San Michele scosse la testa, in fondo gli ordini del Signore erano precisi, i Comandamenti andavano rispettati l'aveva detto Lui, Gesù
  «Perché mi interroghi su ciò che è buono? Uno solo è buono. Se vuoi entrare nella vita, osserva i comandamenti». (Mt.19,17)
Allora San Michele rispose: "Niente da fare, quel soldato non é degno di varcare la soglia del Paradiso".

Ma San Pietro sperava ancora e convocò in adunanza San Giuseppe, San Francesco, Santa Caterina da Siena e Santa Teresa del Bambin Gesù, sperando di fr breccia nel cuore delle due Donne. Nonostante la perorazione del portinaio celeste, nessuno giudicò quell'anima in regola per entrare nel Regno dei Cieli, non restava che ricorrere a Gesù, in fondo l'ultima parola spettava a Lui! E lui, il Salvatore degli uomini, ascoltava attentamente, scuoteva la testa, assumeva un aria pensierosa.
Ma proprio in quel momento si sentì un baccano d'inferno (è proprio il caso di dirlo): venti diavoli gridavano che quell'anima apparteneva a loro. San Pietro non sapeva che fare, tutti Santi iniziarono a supplicare il Signore..."Signore è vero, egli non è in regola, ma tu puoi....",
quando apparve al fianco di Gesù una bella Signora, che più si avvicinava al Figlio Gesù, più diventava splendente come il sole. Si avvicinò  con un libro in mano.
Lo consegnò a suo Figlio.
Questi scorse un centinaio di pagine; erano tutte uguali: vi erano scritte le migliaia di Ave Maria, recitate dal soldato nelle notti in trincea, solo un fiume di Ave Maria per sè stesso, per i nemici, per gli amici, per la fine della guerra...

Sorrise, Gesù, e s'inchinò davanti a sua Madre accogliendo la richiesta di salvezza; mentre i diavoli, costretti a svignarsela, protestavano: "Questa donna ci rovina sempre tutto! Maria non fa che rubare le anime che speriamo di portare con noi all'inferno"!
Auguro a tutti voi una Festa per l'Assunta in serenità.
Con affetto Carla.

[SM=g1740722] [SM=g1740750] [SM=g7182] [SM=g1740720] [SM=g7182]

Fraternamente CaterinaLD

"Siamo mendicanti e chiediamo agli altri anche le loro idee, come la staffetta della posta che riceve il documento dalle mani di uno e poi corre per darlo ad un altro. Faccio una timida parafrasi delle parole di chi ci ha preceduto nel cammino della fede, per annunciarle ad altri."
(fr. Carlos Alfonso Azpiroz Costa OP
Maestro dell’Ordine)
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 6:42 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com