A tutti voi che passate da qui: BENVENUTI
Se avete desiderio di capire che cosa insegna la Bibbia che il Magistero della Santa Chiesa, con il Sommo Pontefice ci insegna, questo Gruppo fa per voi. Non siamo "esperti" del settore, ma siamo Laici impegnati nella Chiesa che qui si sono incontrati da diverse parti d'Italia per essere testimoni anche nella rete della Verità che tentiamo di vivere nel quotidiano, come lo stesso amato Giovanni Paolo II suggeriva.
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page

Il Peccato non è "invenzione"....della Chiesa!

Last Update: 12/3/2008 9:01 AM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 39,812
Gender: Female
12/3/2008 9:01 AM
 
Email
 
User Profile
 
Quote

Una persona tempo fa mi scriveva in questo modo:


............

Una delle questioni, per me, meno convincenti del cristianesimo è quella della rottura del rapporto tra Dio e gli uomini a causa del peccato di Adamo.
Una rottura, secondo San Paolo, che è stata ricomposta grazie al Sacrificio di Gesù Cristo, per il quale siamo stati di nuovo giustificati.
Gesù Cristo, secondo San Paolo, è il nuovo Adamo.
Non mi convince il concetto di colpa collettiva, che è un concetto antico e tribale della giustizia : non è giusto che i figli paghino per le colpe dei padri e che i membri della tribù, incolpevoli, paghino per le colpe del capo tribù.
Nel nostro ordinamento le responsabilità penali sono personali ed individuali : tutti ormai riteniamo che questa sia una conquista civile ed irrinunciabile.
Per altro il concetto di colpa collettiva non esiste nel Vangelo, ma è stato introdotto nel cristianesimo da San Paolo e da sant' Agostino, al quale in particolare dobbiamo l'invenzione del peccato originale con annessi e connessi.
Io preferisco vedere in Gesù Cristo colui che ha messo al centro dell'etica cristiana SOLO ED ESCLUSIVAMENTE L'AMORE per il prossimo e che ha sovvertito tutte le regole (non il sabato per l'uomo, ma l'uomo per il sabato), senza crearne di nuove. HA MANDATO A CASA IL DIO GELOSO E VENDICATIVO DELL'A.T. con Gesù abbiamo solo un Dio che è amore e il peccato è stato sconfitto, non esiste più.
Gesù Cristo non ha scritto e non ha prescritto nulla, al di là dell'amore per il prossimo.
Le regole sono state create poi dagli ecclesiastici e dai teologi , che hanno di nuovo soggiogato gli uomini al sabato, imonendogli le catene.

***********************

Rispondiamo a questo Amico:


.... come avete letto sono si parole DURE quelle che abbiamo letto, ma sono anche parole che NASCONDO UNA DIFFUSA ERRONEA COMPRENSIONE DELLE SCRITTURE SE NON UNA PROFONDA IGNORANZA...(senza nulla togliere alla buona fede, non si giudica la persona infatti, ma ciò che dice)....

Proviamo a ragionare...

La "rottura del rapporto tra Dio e gli uomini" è stata, purtroppo, una realtà, un intoppo....se così possiamo esprimerci.... nel piano della creazione: non è questione che sia più o meno convincente.... è sbagliato basare la fede sui convincimenti delle INTERPRETAZIONI....infatti l'interlocutore dice: " IO PREFERISCO ", dunque è lui a PREFERIRE UNA INTERPRETAZIONE DI COMODO... [SM=g27988] ...

La questione riguarda un evento condiviso dall'intero universo cristiano: tanto i cattolici, quanto i protestanti credono a questa caduta primordiale. Tuttavia ATTENZIONE perchè, la Chiesa, ed è importante, non crede nel "peccato" in quanto creato o fine a sè stesso: sarebbe troppo onore per il "male" essere elevato a branca dottrinale....

Se leggiamo il Credo "domenicale", notiamo che si crede "alla remissione dei peccati"....perciò nella nostra professione di Fede non diciamo "credo nel peccato" MA ALLA RIMESSIONE DEL PECCATO [SM=g27988] , la differenza è notevole e già ci dice che il peccato NON è stato sconfitto, ma può essere RIMESSO, PERDONATO...Se Gesù avesse sconfitto il peccato, probabilmente NON aveva necessità di finire sulla Croce per RISCATTARCI, Gesù INCHIODA LA COLPA sulla Croce lasciando la LIBERTA' all'Uomo di aderire al progetto della remissione del peccato o alla sua dannazione....quindi il peccato esiste e continuerà ad esistere fino a quando esisterà il mondo il quale è appunto SOTTO IL GIOGO DI SATANA! Attenzione, questo NON vuol dire che noi siamo in balia di Satana, al contrario, noi siamo LIBERI di scegliere, dice il Libro del Siracide: Ti sarà dato ciò che avrai scelto! [SM=g27988]

Attenzione anche a non dipingere un Dio tutto peluche [SM=g27992] stile New-Age.......Gesù quando guarisce e sana, volutamente compie quella che, in "morale", si chiama "azione a duplice effetto": da un lato guarisce e rimette i peccati, dall'altro insegna la rottura con la mentalità del tempo, secondo la quale, lo storpio era tale per il peccato dei suoi genitori..... il concetto di Gesù che opera miracoli PARTE DAL RIMETTERE I PECCATI...poichè il peccatore era INCONSAPEVOLE e di fatti si parla di CONVERSIONE, ossia di prendere coscienza di essere in uno stato in cui si ha bisogno di Gesù...all'adultera infatti Gesù cosa dice? "Neppure io ti condanno, Va e NON PECCARE PIU'" c'è dunque una CONDIZIONE che non è un "ricatto di Gesù" al contrario è un associarsi a LUI per diventare LIBERI DALLA SCHIAVITU' DEL PECCATO.....

Finiamola di dipingere poi un san Paolo terrorista della libertà altrui [SM=g27992] , come un dittatore o peggio antisemita.......Non è tanto Paolo ad inventare il peccato originale e nemmeno il povero Agostino: forse Agostino, influenzato dal platonismo, "ontologizza" il male, cioé gli conferisce attributi quasi personali... Ma la Chiesa, se non ricordo male, nel Concilio Lateranense IV (1215), dichiara che il male è una realtà morale e non ontologica...Dobbiamo anche inserire i dialoghi di sant'Agostino nel loro giusto contesto storico nel quale le sue discussioni non sono dei dogmi, ma sono la base della dottrina della Chiesa maturata nel tempo...

I Cor 15, 21 Poiché se a causa di un uomo venne la morte, a causa di un uomo verrà anche la risurrezione dei morti; 22e come tutti muoiono in Adamo, così tutti riceveranno la vita in Cristo.

Ora, quindi, per quanto ci è dato di constatare, tutta l'umanità di fatto, è segnata dalla corruzione che si riflette in tutta la creazione. Anche in questo caso Paolo dirà: Tutta la creazione geme e soffre...in attesa della liberazione...

Per cui non credo che la dottrina del peccato originale sia una invenzione posteriore alla Scrittura ma è proprio la Scrittura che ce lo fa conoscere e Gesù, il Verbo Incarnato ce lo spiega e ci dice come uscirne fuori.... [SM=g27988]



E qui, tocchiamo il punto della responsabilità personale che è valida tanto per la legge degli uomini quanto per la legge di Dio...... Quello che tutti gli uomini condividono anche se molti non ne sono coscienti....., è questa "macchia originaria" che non è frutto di elaborati darwinismi, né di una complessa catena di acidodesossiribonucleico (DNA) correlata a geni metafisicamente maligni... [SM=g27987] .... Il male non viene trasmesso dall'amore dei coniugi che procreano ma dalla colpa dei progenitori: è una realtà di fede in Gesù Cristo, non di genetica...

Gesù dunque che cosa è venuto a fare? Perchè Dio si è Incarnato? Perchè è morto sulla Croce? Perchè gli Apostoli ne hanno proclamato la Risurrezione fino al punto da subire per questo il martirio?.. [SM=g27988]

Nessun padre e nessuna madre, quando concepiscono nell'amore il loro figlio, gli trasmettono "cromosomi satanici"....questa sorta di eresia era presente NEI CATARI/ALBIGESI i quali, infatti....FACEVANO ABORTIRE LE DONNE ADDITANDOLE DI PARTORIRE I FGILI DI SATANA........
I genitori in verità gli trasmettono la vita e questa vita, tanto tempo fa, non ha obbedito nella figura dei progenitori (Adamo ed Eva) ai piani di Dio. Dio ci ha messo una pezza e noi siamo ri-diventati suoi figli, "stirpe eletta, sacerdozio regale...PER MEZZO DI GESU' CRISTO".....ma per esserlo OCCORRE RICONOSCERSI PECCATORI ALTRIMENTI CRISTO NON PUO' OPERARE VIOLANDO LA NOSTRA LIBERTA'... [SM=g27988] ....

E' un principio di solidarietà col genere umano che mi fa sentire peccatore-redento: chi sono io per escludere d'essere stato contagiato dal peccato originale? Torno a dire: è una realtà di fede IN GESU' CRISTO, non un articolo del codice penale [SM=g27987] Dio, al contrario della legge umana, non parte dal codice penale per condannare, ma esattamente il contrario: parte DAL PERDONO: Vuoi tu essere perdonato?
Da che cosa mio Dio?....ecco che da qui parte la CONFESSIONE-RICONCILIAZIONE CON DIO
...NON è Dio a condannare, bensì è IL NOSTRO RIFIUTO a condannarci... [SM=g27988]

e non posso condividere l'affermazione dell'interlocutore sulle "regole create poi dagli ecclesiastici e dai teologi".
E' riduttivo interpretare l'etica come sola etica dell'amore per il prossimo.....TANTO è VERO CHE QUESTA ERRONEA INTERPRETAZIONE NON HA FORSE GENERATO IL CONSENSO DI MOLTI CRISTIANI ALL'ABORTO, AL DIVORZIO, ALL'EUTANASIA, ALL'OMOSESSUALITA'?....Chi è il nostro Prossimo più Prossimo SE NON DIO STESSO INCARNATO? [SM=g27988]lo dice Gesù: Amare Dio con tutto il cuore e amare il Prossimo: Dio deve stare al primo posto per alcuni motivi:

1) perchè abbiamo un "Dio geloso", per gelosia non dobbiamo intendere quella esercitata da noi umani, bensì poichè da Dio siamo stati creati, è naturale che Dio voglia riavere la sua Creatura IN TUTTA LIBERTA' .....

2) perchè essendo noi stati creati da Dio, che piaccia o no, che si creda o no, abbiamo un futuro eterno che si eserciterà o con Dio o LONTANO DA DIO: o la Beatitudine o la Dannazione...non esiste il nulla [SM=g27988]

3) perchè proprio la nostra condizione umana E' LIMITATA di conseguenza per amare davvero il Prossimo abbiamo bisogno di Dio. Un esempio lo vediamo nell'immaginario usato dall'uomo che ha dato origine ai SUPER-EROI [SM=g27988] perchè l'uomo ha bisogno dei super eroi? perchè ha bisogno di questo immaginario di uomini DOTATI DI POTERI che combattono PER IL BENE? [SM=g27988] Benvengano dunque i fumetti con i super-eroi, ma senza dimenticare che il nostro EROE PER ECCELLENZA VINSE IL MALE SULLA CROCE.... [SM=g27985]


L'amore di Gesù per il prossimo era lo svolgimento del suo amore per il Padre verso il quale fu obbediente "fino alla morte di croce". All'adultera della quale Gesù dice che nessuno più la condanna dice in ultimo: VA' E NON PECCARE PIU'..... Amare Dio e, quindi, amare il prossimo nel quale si ama Dio e viceversa: AMO IL PROSSIMO PERCHE' DIO OPERA ATTRAVERSO DI ME. Per noi, tale amore passa anche per i comandamenti, ma non solo...... L'amore per il prossimo, quando viene a mancare, mi viene ricordato da precisi dettami: l'etica dei teologi che la Chiesa ci offre come guida è sempre stata l'etica basata sulle Beatitudini e anche sui Comandamenti.... oggi c'è invece tendenza ad accogliere le Beatitudini, soprattutto viene citata quella degli operatori di pace, ma si accantonano i COMANDAMENTI specialmenti quelli che riguardano LA MORALE DEI COMPORTAMENTI UMANI...questo genere di selezione della Scrittura non permette di avere una visione imparziale dei temi che la Chiesa tratta e DIFENDE [SM=g27988] ....

Insomma, l'interrogativo mi sembra, sinceramente, l'ennesima provocazione della "persona-colta-che-quindi-per-essere-tale-deve-essere-per-forza-anti-istituzione-ecclesiale-teologica". Mi riferisco, ovviamente, alla domanda in sé... Direi, di fronte a interrogativi come questo, d'essere sempre disposti a parlarne, ma con la dovuta prudenza.....per esempio pur accogliendo la provocazione, non ho letto nella provocazione una sola domanda, MA SOLO ED ESCLUSIVAMENTE DELLE AFFERMAZIONI PER LE QUALI, dice l'interlocutore: IO PREFERISCO..... [SM=g27992]

Amici....si ha l'obbligo di dare risposte alle domande, fermo restando che, quando si parla come cattolici, si parla nella Chiesa, si parla cioè di dottrina elaborata con lacrime e sangue, si parla da peccatori-redenti, si parla come "causa strumentale" del vero Autore delle risposte che diamo: lo Spirito Santo, non si espongono delle "opinioni personali", ma dei fatti sui quali siamo chiamati a ragionare NON a barattare [SM=g27988] ......

Il cattolico NON HA RICETTE MIRACOLOSE e non ha delle risposte che possano accontentare tutti o soddisfare tutti......e questo perchè il resto del lavoro lo deve fare L'ALTRO....dice infatti san Paolo HO COMBATTUTO LA BUONA BATTAGLIA...a lui (ad ognuno di noi) sta la scelta di accogliere o rifiutare LE SPIEGAZIONI....A LUI (ad ognuno di noi) LA BATTAGLIA DA COMBATTERE, tenendo a mente che quando Gesù guarisce, o dice appunto all'adultera: nessuno ti ha condannata e neppure io ti condanno, scatta IL PERDONO il quale ci ricorda quindi che il peccato esiste.....e l'unica ricetta che abbiamo è quella di Gesù: VA E NON PECCARE PIU'......
Ma se ricado nel peccato? Gesù ha dato ai suoi il Sacramento della RICONCILIAZIONE...non è un opcional, non è un potere umano, non è invenzione della Chiesa, è UN DONO per lavorare sulla nostra conversione... [SM=g27988]


*********************************

P.S.
il seguente lavoro non è tutto farina del mio sacco, mi sono servita di alcune riflessioni tratte da alcune catechesi, maturandone un insieme per una risposta più personalizzata all'interlocutore...di conseguenza tale risposta, se gradita, potrà essere copiata citandone la fonte e inserendo al termine questo avviso!

Fraternamente CaterinaLD
__________________
Vogliamo essere veramente segno di contraddizione?

“Altro non vi dico (…) Non vorrei più parole, ma trovarmi nel campo della battaglia, sostenendo le pene, e combattendo con voi insieme per la verità infino alla morte, per gloria e lode del nome di Dio, e reformazione della Santa Chiesa…”
(Santa Caterina da Siena, Lettera 305 al Papa Urbano VI ove lottò fino alla morte per difendere l’autorità del Pontefice)
Fraternamente CaterinaLD

"Siamo mendicanti e chiediamo agli altri anche le loro idee, come la staffetta della posta che riceve il documento dalle mani di uno e poi corre per darlo ad un altro. Faccio una timida parafrasi delle parole di chi ci ha preceduto nel cammino della fede, per annunciarle ad altri."
(fr. Carlos Alfonso Azpiroz Costa OP
Maestro dell’Ordine)
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 1:56 PM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com