A tutti voi che passate da qui: BENVENUTI
Se avete desiderio di capire che cosa insegna la Bibbia che il Magistero della Santa Chiesa, con il Sommo Pontefice ci insegna, questo Gruppo fa per voi. Non siamo "esperti" del settore, ma siamo Laici impegnati nella Chiesa che qui si sono incontrati da diverse parti d'Italia per essere testimoni anche nella rete della Verità che tentiamo di vivere nel quotidiano, come lo stesso amato Giovanni Paolo II suggeriva.
New Thread
Reply
 
Previous page | 1 | Next page

ATTENZIONE: LETTERA APOSTOLICA MOTU PROPRIO "PORTA FIDEI"

Last Update: 1/7/2012 2:56 PM
Author
Print | Email Notification    
OFFLINE
Post: 39,847
Gender: Female
10/17/2011 3:31 PM
 
Email
 
User Profile
 
Quote

Porta Fidei Difendere la vera fede



Il Forum Difendere la Vera Fede, interpreta come dono speciale della Divina Provvidenza, l'indizione del santo Padre Benedetto XVI dell'Anno della Fede.

...e vogliamo farlo "nostro"  non soltanto per il provvidenziale titolo del forum che ci richiama a "Difendere questa vera Fede", ma soprattutto a fronte dei tanti amici che ci leggono e che spesso si sono interrogati sulla radice di questa Fede che vogliamo vivere, testimoniare e proclamare seguendo il comando di Gesù Nostro Signore: "Andate e predicate a tutte le genti...."

Se è vero che la Fede NON si impone, è altrettanto vero che Gesù cerca DISCEPOLI nel mondo, li chiama, affinchè si facciano PROCLAMATORI DELLA PAROLA, ma non solo della Parola, come ha spiegato il Santo Padre, ma anche e soprattutto per mezzo dello SPIRITO SANTO che ci autorizza, per mezzo dei Sacramenti e del Mandato ordinato dal Vicario di Cristo, a questo compito....

Ma questo "compito" non è una passeggiata.... esso inizia, infatti, con una vita COERENTE al Messaggio di Cristo.... NESSUNO SI INGANNI!




[SM=g1740733] Vi invitiamo a riflettere soprattutto su questi passi:



Benedetto XVI rileva, anche, che l’inizio dell’Anno della Fede, ad ottobre del 2012, coinciderà con l’apertura dell’Assemblea generale del Sinodo dei vescovi, incentrata sul tema “La nuova evangelizzazione per la trasmissione della fede cristiana”.

Un’occasione propizia - spiega - “per un tempo di particolare riflessione e riscoperta della fede”. Non è la prima volta che la Chiesa è chiamata a celebrare un Anno della Fede. “Paolo VI – ricorda il Papa – ne indisse uno simile nel 1967 per fare memoria del martirio degli Apostoli Pietro e Paolo nel diciannovesimo centenario della loro testimonianza suprema”. Pensava che in tal modo la Chiesa intera potesse prendere “esatta coscienza della sua fede, per ravvivarla, per purificarla, per confermarla, per confessarla”. I grandi sconvolgimenti che si verificarono in quell’Anno, resero ancora più evidente la necessità di una simile celebrazione. Tutti i credenti - sottolinea il Pontefice - hanno bisogno di essere confermati e compresi in maniera sempre nuova “al fine di dare testimonianza coerente in condizioni storiche diverse dal passato”.

Far iniziare l’Anno della Fede in coincidenza con il 50.mo anniversario dell’apertura del Concilio Vaticano II è anche un’occasione propizia – scrive il Papa – per comprendere che i testi lasciati in eredità dai Padri conciliari, come affermava il Beato Giovanni Paolo II, “non perdono il loro valore né il loro smalto”. Il Concilio – ricorda Benedetto XVI – è la grande grazia di cui ha beneficiato la Chiesa nel XX secolo: “In esso ci è offerta una sicura bussola per orientarci nel cammino del secolo che si apre”. Il Concilio può essere e diventare, sempre di più, “una grande forza per il sempre necessario rinnovamento della Chiesa”.

“Il rinnovamento della Chiesa – sottolinea il Pontefice – passa anche attraverso la testimonianza offerta dalla vita dei credenti”, chiamati a far risplendere “la Parola di verità che il Signore Gesù ci ha lasciato”. Alimentata da questa Parola, la Chiesa “prosegue il suo pellegrinaggio fra le persecuzioni del mondo e le consolazioni di Dio”. “Dalla virtù del Signore risuscitato trae la forza per vincere con pazienza e amore le afflizioni e le difficoltà, che le vengono sia dal di dentro che dal di fuori”. Con il suo amore, Gesù Cristo attira a sé gli uomini di ogni generazione, con “un mandato che è sempre nuovo”.

 Per questo – spiega il Pontefice – anche oggi è necessario “un più convinto impegno ecclesiale a favore di una nuova evangelizzazione per riscoprire la gioia nel credere e ritrovare l’entusiasmo nel comunicare la fede”. La fede rende fecondi “perché allarga il cuore nella speranza e consente di offrire una testimonianza capace di generare”: “Apre, infatti, il cuore e la mente di quanti ascoltano ad accogliere l’invito del Signore di aderire alla sua Parola”. Solo credendo – aggiunge il Papa – la fede cresce e si rafforza: “Non c’è altra possibilità per possedere certezza sulla propria vita se non abbandonarsi, in un crescendo continuo, nelle mani di un amore che si sperimenta sempre più grande perché ha la sua origine in Dio”.




[Edited by Caterina63 10/17/2011 8:04 PM]
Fraternamente CaterinaLD

"Siamo mendicanti e chiediamo agli altri anche le loro idee, come la staffetta della posta che riceve il documento dalle mani di uno e poi corre per darlo ad un altro. Faccio una timida parafrasi delle parole di chi ci ha preceduto nel cammino della fede, per annunciarle ad altri."
(fr. Carlos Alfonso Azpiroz Costa OP
Maestro dell’Ordine)
Admin Thread: | Close | Move | Delete | Modify | Email Notification Previous page | 1 | Next page
New Thread
Reply

Feed | Forum | Bacheca | Album | Users | Search | Log In | Register | Admin
Create your free community and forum! Register to FreeForumZone
FreeForumZone [v.6.0] - Leggendo la pagina si accettano regolamento e privacy
Tutti gli orari sono GMT+01:00. Adesso sono le 3:35 AM. : Printable | Mobile
Copyright © 2000-2021 FFZ srl - www.freeforumzone.com