00 2/1/2016 12:34 AM

<header class="entry-header clearfix">

Cristo è venuto a portare la spada. Strappiamo la bandiera della pace!

</header>
jhh

 

CRISTO E’ VENUTO A PORTARE LA “SPADA”. STRAPPIAMO LA BANDIERA DELLA “PACE” Storia scellerata di una bandiera falsa e bugiarda sostituita alla croce: come siamo passati dalla Pace di Cristo alla “pace” del mondo

 

Quella bandiera della “pace”… “contro” qualcuno. Una storia che inizia nel 1875: con l’inquietante Helena Petrovna Blavatsky. Li “boni frati” francescani: prima hanno ingannato se stessi, poi un’intera generazione. Come è potuto succedere che una bandiera radicale sostituisse la radicalità croce? Prima dicono “torniamo al vangelo” ma poi ne fuggono…indignati, persino. “Ritornare alla Chiesa evangelica”… ossia: sputare sul Vangelo e poi leccare dove hanno sputato i rottami del radicalismo. Cristo: “Vi lascio la pace, vi do la mia pace; non come la dà il mondo”. Cioè: Cristo è venuto per dividere e portare la battaglia! Io, Caterina. Sballottati dalle onde e portati qua e là da qualsiasi vento di dottrina. Lo “spirito del mondo”: Lucifero!

 

 

 

 

di Tea Lancellotti

QUELLA BANDIERA DELLA “PACE”. “CONTRO” QUALCUNO

E’ strano oggi vedere che coloro che hanno sostenuto tutte le ideologie, dalle più rovinose alle più assassine, sbandierino tutti la bandiera della “Pace”. Che però è sempre “contro qualcuno”. Sembra quasi un richiamo camuffato di guerra. Dov’è l’inganno di quella bandiera?

Va subito chiarito quale è la vera Bandiera della Pace, di cui qui a lato vi proponiamo un esempio. Fa riferimento ad un fatto avvenuto e riportato nella Bibbia, nel quale il Signore stesso, con il simbolo dell’arcobaleno, ha inteso firmare l’Alleanza con l’UomoAttenzione, dunque, perché questo simbolo non è la Pace, la quale è il Cristo stesso, ma è il segno di una Alleanza di Dio con l’Uomo. Quanti invece strumentalizzano la Bibbia e rigettano i Dieci Comandamenti si sono “riprodotti” un emblema di pace assai terrena, capovolgendo persino i colori così come si può vedere nella falsa bandiera della pace.

Sono sempre gli stessi


Questo è il primo grande inganno e da lì derivano i danni dall’ideologica bandiera pacifista. Ma andiamo con ordine.

In un lucido articolo apparso sul Corriere della Sera del 27 marzo 2003, Ernesto Galli della Loggia osservava come la bandiera dell’arcobaleno, che sventolava da settimane su tutti i cortei che percorrevano le città italiane, rappresentasse molto più di una semplice bandiera della pace: essa, almeno in Italia, è la bandiera della nuova sinistra, il vessillo che sta soppiantando la bandiera rossa di un tempo.




UNA STORIA CHE INIZIA NEL 1875: CON L’INQUIETANTE HELENA PETROVNA BLAVATSKY

Helena Blavatsky. L’inventrice. Una pazza, una meretrice.

Qual è il significato profondo del nuovo simbolo pacifista?

In un articolo di Corrispondenze Romane del 2003, troviamo questa ricostruzione dettagliata:

“Si tratta, come è noto, di una bandiera a colori orizzontali che dovrebbe rappresentare l’arcobaleno, segno biblico di pace tra Dio e l’uomo (ma dopo il punitivo diluvio universale!). Tuttavia, poiché i promotori del pacifismo sono, per dire il meno, del tutto aconfessionali, e poiché in quella bandiera i colori dell’ arcobaleno sono stranamente raffigurati alla rovescia, viene il sospetto che il significato del simbolo sia ben diverso.

In ogni caso, la scelta di quel simbolo non deriva certo dalla Bibbia. L’origine prossima risale niente meno che alla Società Teosofica, setta gnostica e orientaleggiante fondata nel 1875 da Helena Petrovna Blavatsky, una medium russa che si diceva portavoce delle “potenze superiori occulte”, si considerava alfiere del socialismo internazionale e pretendeva instaurare una super-religione della pace universale.

Molto più tardi l’arcobaleno rovesciato divenne il simbolo della galassia settaria detta New Age, che annuncia la fine dell’era cristiana dei Pesci e l’avvento dell’era dell’Acquario, nella quale la pace sarà prodotta dall’universale fratellanza anarchica ed “ecumenica”.

Nel 1978, il solito arcobaleno fu ridisegnato dall’artista Gilbert Baker come simbolo del movimento omosessualista statunitense; da allora questa bandiera garrisce nello “storico” enclave gay in un quartiere di San Francisco dilagando in tutto il mondo.

‘La bandiera – ricordava il segretario del Partito Radicale – esprime la liberazione del movimento omosessuale’ (cfr. Libero, 27 marzo 2003).

Capitini, il nefasto introduttore italiano di bandiere della pace e “marce” maledette di Assisi

Ben diverso dal falso arcobaleno pacifista era il vero arcobaleno biblico, che già allora prefigurava il ruolo di Maria come mediatrice di pace tra Dio e l’uomo, come insegnava san Pio X: ‘In mezzo a questo diluvio di mali ci si presenta dinanzi agli occhi, simile all’arcobaleno, la Vergine clementissima, quasi arbitra di pace tra Dio e gli uomini: Pongo il mio arcobaleno nelle nubi, affinché sia il segno del patto che ho stipulato con la terra (Gn. 9, 13). Imperversi pure la tempesta e s’infoschi il cielo, ma nessuno se ne sgomenti. Alla vista di Maria, Dio si placherà e perdonerà: Quando l’arcobaleno svetterà sulle nubi, io, guardandolo, mi ricorderò del patto sempiterno’ (Gn. 9, 16). (San Pio X, enciclicaAd diem illum laetissimum, del 2-2-1904).

Il dono della Pace autentica è anche al centro della profezia di Fatima, in cui la Madonna afferma che il mondo è di fronte a un bivio crucialevi sarà pace solo se gli uomini si convertiranno e saranno esaudite le richieste del Cielo, comprendenti la consacrazione della Russia al Cuore di Maria e la comunione riparatrice nei primi cinque sabati del mese. Altrimenti, “la Russia diffonderà nel mondo i suoi errori, promuovendo guerre e persecuzioni alla Chiesa, i buoni saranno martirizzati, il Santo Padre dovrà soffrire molto, diverse nazioni saranno annientate, infine il mio Cuore Immacolato trionferà! Il Santo Padre mi consacrerà la Russia, che si convertirà, e sarà concesso al mondo un periodo di pace”.

La Russia, come sappiamo, si è auto-dissolta ma i suoi errori si sono propagati nel mondo intero e oggi hanno un loro simbolo nell’arcobaleno pacifista che proclama una pace senza giustizia e senza l’autentica libertà. L’arcobaleno cristiano, il Regno di Maria profetizzato a Fatima, nasce invece, come ogni vera pace, dalla preghiera, dalla lotta e dal sacrificio”

(CR 802/01 del 29/03/03)




Fraternamente CaterinaLD

"Siamo mendicanti e chiediamo agli altri anche le loro idee, come la staffetta della posta che riceve il documento dalle mani di uno e poi corre per darlo ad un altro. Faccio una timida parafrasi delle parole di chi ci ha preceduto nel cammino della fede, per annunciarle ad altri."
(fr. Carlos Alfonso Azpiroz Costa OP
Maestro dell’Ordine)