00 7/16/2010 9:13 AM

venerdì 16 luglio 2010

Lo scapolare della Madonna del Carmelo e la sua benedizione

FORMULA BREVE DI BENEDIZIONE E IMPOSIZIONE DELLO SCAPOLARE DELLA BEATA VERGINE MARIA DEL MONTE CARMELO

(Dal Rituale Romanum 1953)

Persona recipienda ad habitum genuflexa, Sacerdos, superpelliceo et stola albi coloris, aut saltem stola, indutus dicat :

V- Dóminus vobiscum.
R- Et cum spiritu tuo.
V- Osténde, nobis, Dómine, misericórdiam tuam.
R- Et salutáre tuum da nobis.
V- Dómine, exáudi oratiónem meam.
R. Et clámor meus ad te véniat.

Oremus.
Domine Iesu Christe, humani generis Salvátor, hunc habitum, quem propter tuum tuaeque Genitrícis Vírginis Mariae de Monte Carmelo amórem servus tuus (ancilla tua) devóte est delatúrus (-a) déxtera tua sanctí+fica, ut eumdem Genitríce tua intercedénte, ab hoste malígno defénsus (-a) in tua grátia usque ad mortem persevéret: Qui vivis et regnas in saécula saeculórum.
R. Amen.
(Signore Gesú Cristo, Salvatore del genere umano, bene+dici (lett: santifica con la tua mano destra) questo abito che il tuo servo (la tua ancella) si appresta a indossare devotamente per amor tuo e della tua Madre, la beata Vergine Maria del Monte Carmelo; fa' che, per intercessione della stessa tua Madre, difeso (-a) dal potere del Nemico Magligno, egli (ella) perseveri nella tua grazia fino alla morte. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli.)

Deinde aspergatur habitum aqua benedicta, et postea illum imponat personae vel personis (cuilibet separatim) dicens :

Accipe hunc habitum benedíctum precans sanctíssimam Vírginem, ut eius méritis illum pérferas sine mácula, et te ab omni adversitáte deféndat, atque ad vitam perdúcat aetérnam.
R. Amen.
(Prendi questo àbito benedetto e prega la Vergine Santissima perché, per i suoi meriti, ti conceda di portarlo senza macchia, ti difenda da ogni avversità e ti conduca alla vita eterna)

Confrontate questa benedizione, sintetica e agonistica (nel senso che richiama il dramma della lotta contro il male), che benedice propriamente l'oggetto che viene poi consegnato, con le benedizioni attuali, reperibili nel Benedizionale (la trovate qui), o quella adattata secondo l'uso attuale dei Carmelitani (la trovate qui). Come potete notare, quelle nuove sono benedizioni che non risultano benedire lo scapolare e quindi di fatto non rendono l'abitino stesso un sacramentale. C'è all'opera una teologia della benedizione parecchio differente e in discontinuità rispetto al passato.


Testo presto da: http://www.cantualeantonianum.com/#ixzz0tpLIEWx4



Fraternamente CaterinaLD

"Siamo mendicanti e chiediamo agli altri anche le loro idee, come la staffetta della posta che riceve il documento dalle mani di uno e poi corre per darlo ad un altro. Faccio una timida parafrasi delle parole di chi ci ha preceduto nel cammino della fede, per annunciarle ad altri."
(fr. Carlos Alfonso Azpiroz Costa OP
Maestro dell’Ordine)