00 2/14/2011 1:38 PM
 Essenza del Cristianesimo


In che cosa consiste il Cristianesimo?

Il Cristianesimo non consiste soltanto in un complesso di riti, in una serie di imperativi morali, in un insieme di affermazioni teoriche.
Il Cristianesimo è innanzitutto un avvenimento, un evento, o meglio ancora, una Persona: sì, è il Signore Gesù Cristo + Verbo di Dio Incarnato, fatto uomo, vissuto in mezzo a noi, morto e risorto, e vivente ed anche regnante in mezzo a noi nella Chiesa attraverso i Sacramenti, in modo speciale la Confessione e l'Eucarestia.

Qual'è il centro del disegno di Dio?

Dio ha creato l'uomo, maschio e femmina li creò, e il cosmo avendo il Signore Gesù + come causa,  come modello e come fine dell'umanità e dell'universo.

Come Dio si è svelato e si è donato a noi?

Dio si è svelato e donato a noi nella creazione.
Non solo: Dio si è svelato e donato a noi, ogni oltre attesa dell'uomo, nel mistero della sua propria vita intima con noi.
Ciò avvenne lungo tutta la storia umana e l'Antica Alleanza (Vecchio Testamento), fino alla "pienezza del tempo" quando il Verbo si fece Carne per mezzo della Vergine Maria, ad opera dello Spirito Santo, patì, morì e davvero risorse inviando lo Spirito Santo.
Con tale Incarnazione redentiva Dio ci ha dato davvero tutto e ci ha detto tutto!

Chi ci propone la verità da credere e la grazia da vivere?

La Chiesa, una, santa, Cattolica ed Aposotlica (formulazione del Credo che recitiamo alla Messa), ci propone le verità da credere, vale a dire che questa verità è consegnata a tutto il "Popolo santo di Dio" che a sua volta è chiamato, mandato, a trasmetterla, attraverso molti ruoli e diversi servizi.
La Chiesa medita le Scritture sotto la guida incessante dello Spirito Santo ed alla luce della Tradizione lungamente acquisita, una tradizione vivente studiata dai teologi ed interpretata definitivamente da ciò che chiamiamo e riconosciamo quale "Magistero Ecclesiale" o Magistero del Pontefice.
Tale Magistero viene esercitato dal Papa con - almeno implicitamente - i Vescovi uniti a lui.
L'insegnamento ecclesiale può raggiungere all'autorevolezza dell'infallibilità, e cioè alla certezza dell'assenza di errori quando appunto tratta argomenti specifici che definiamo "dottrinali" e sono dunque materia di fede per condurre una vita corretta e santa.
La Chiesa, ancora, ci offre a nome di Cristo Signore presente in lei, lo Spirito Santo che conforma noi al Signore Gesù, tuttavia per giungere a questa completezza è necessario da parte del fedele esercitare la virtù dell'obbedienza alla sana Dottrina, l'amore, la carità per questo insegnamento, la fedeltà e la fiducia alla Chiesa che ha ricevuto il mandato di insegnare.

Dove troviamo la pienezza della rivelazione e della grazia?

Troviamo la pienezza della Rivelazione e della grazia solamente nella Chiesa Cattolica, dove ci sono donati pure i mezzi per raggiungere la verità e la vita divina.
Aspetti e mezzi di salvezza, seppur in modo parziale ed incompleto, sono presenti anche nelle Chiese locali ortodosse le quali professano i Sette Sacramenti e credono nella Presenza reale di Gesù nell'Eucarestia durante la Messa, ma non credendo nel Primato Petrino, essi si sono posti in modo parziale e dunque non vi è piena comunione e non possiamo celebrare insieme l'Eucarestia.
Qualche cosa vi è pure nelle comunità cristiane di radice protestante, nel Battesimo se formulato con la stessa formula della Chiesa e con le stesse intenzioni e nel riconoscimento della Santissima Trinità e delle Sacre Scritture, tuttavia a causa del loro persistere in molti errori non solo non vi è piena comunione, ma spesso viene inificiata la grazia e gli errori persistono aggiungendosene di nuovi come l'errore di voler ordinare le donne al Ministero del Sacerdozio che spetta solo agli uomini, o come il matrimonio omosessuale, il favorire divorzi e perfino giustificando l'aborto...
In Israele permane l'attesa del Messia che non viene da loro riconosciuto in Cristo Gesù + e che pure invocano, il Messia, come redentore.
Nell'Islam si ha un monoteismo complesso che con non poca difficoltà conduce al Dio cristiano, la morale contenuta nel Corano rimane limitata entro i confini di una imitazione dell'Antico Testamento spesso, peraltro, travisato e condotto a severi estremismi.
Infine anche nelle altre religioni sparse nel mondo per cultura e tradizioni locali, lo Spirito Santo ha disseminato senza dubbio i Suoi Doni seppur in modo parziale, diremo "strumenti parziali di salvezza" seppur contengono molti errori di fede e morale perchè inquinati spesse volte dal fondamentalismo culturale in cui sono nati e cresciuti e sempre in attesa di ricevere, quindi, la pienezza della Rivelazione che è Cristo Signore + infatti, il Salvatore dell'umanità è unico, uno solo è Gesù Cristo + così come unica è la Chiesa in cui Cristo vive e agisce.
Ogni forma religiosa seppur limitata, parziale e con errore, e che spinge in qualche modo la persona verso la ricerca di Dio, tende per sua natura alla pienezza in Cristo Gesù il quale ha detto "Nessuno va al Padre se non per mezzo di me" e di conseguenza mediante la Chiesa Cattolica attraverso la quale Cristo stesso regna!


(continua...)



Fraternamente CaterinaLD

"Siamo mendicanti e chiediamo agli altri anche le loro idee, come la staffetta della posta che riceve il documento dalle mani di uno e poi corre per darlo ad un altro. Faccio una timida parafrasi delle parole di chi ci ha preceduto nel cammino della fede, per annunciarle ad altri."
(fr. Carlos Alfonso Azpiroz Costa OP
Maestro dell’Ordine)